Migliori Pallavoliste del Mondo 2024

Melissa Vargas (Turchia)

  • Opposta di origine cubana, si è rivelata un innesto fondamentale per la formazione allenata da Daniele Santarelli.

Da quando è diventata eleggibile per rappresentare la Turchia all’inizio di quest’anno, Vargas ha avuto un ruolo fondamentale nell’assicurare alla sua squadra la Volleyball Nations League (VNL) e l’Europeo. A soli 23 anni, ha avuto un impatto immediato sulle prestazioni delle “Sultane della rete”, guadagnandosi il titolo di miglior giocatrice (MVP) in entrambi i tornei.

Tijana Boskovic (Serbia)

  • La superstar serba punta a guidare la squadra balcanica alla sua quinta partecipazione Olimpica consecutiva, forte dei suoi successi passati tra cui le medaglie d’argento e di bronzo rispettivamente a Rio 2016 e a Tokyo 2020.

Nonostante abbia scelto di saltare la VNL durante l’estate, la 26enne opposta ha aggiunto una quinta medaglia agli Europei al suo impressionante curriculum, guidando la formazione di Giovanni Guidetti alla finale. Boskovic ha concluso il torneo come top scorer con un totale di 229 punti (con una media di 7,16 punti per set) e la più alta precisione in attacco, pari al 54,22%.

Annie Drews (Stati Uniti d’America)

  • La potente opposta mancina è una delle leader della rinnovata formazione statunitense.

Alle finali VNL di Arlington, in Texas, la 29enne si è imposta come top scorer della squadra, realizzando ben 37 punti. Inoltre, ha contribuito alla vittoria della medaglia d’argento al recente Campionato nordamericano di pallavolo femminile.

Li Yingying (Repubblica Popolare di Cina)

  • Li è stata nominata miglior opposta nell’ultima VNL. Ha aiutato le tre volte campionesse Olimpiche a prendersi la medaglia d’argento, ovvero il loro miglior risultato di sempre nella manifestazione.

La stella 23enne ha messo in mostra le sue doti offensive chiudendo la rassegna tra le prime tre nella classifica dei punti fatti, con un secondo posto nella fase a gironi e un terzo in quella finale.

Dopo la qualificazione a Parigi 2024, la sua prossima sfida sarà quella di guidare il suo Paese alla ricerca del 12° titolo ai prossimi Giochi Asiatici, che inizieranno alla fine del mese a Hangzhou.

Ekaterina Antropova (Italia)

  • L’opposta ventenne, nata in Islanda da genitori russi, ha fatto il suo esordio internazionale durante gli Europei del mese scorso, poche settimane dopo aver acquisito la cittadinanza italiana.

Nel corso del torneo, l’imponente atleta di Scandicci, alta 2,02 m, si è progressivamente affermata come prima scelta di Davide Mazzanti, superando la fuoriclasse Paola Egonu nella classifica dell’allenatore. Nonostante il suo rendimento sia calato nelle partite cruciali, Antropova si è comunque imposta come capocannoniere della squadra con un totale di 94 punti.

Con Egonu attualmente in pausa dalla nazionale, la giovane classe 2003 cercherà di portare l’Italia alla settima qualificazione Olimpica consecutiva.

Gabi (Brasile)

  • Riuscirà la capitana a guidare le due volte campionesse Olimpiche verso la 12ª partecipazione consecutiva ai Giochi estivi?

Le brasiliane si sono classificate al quinto posto nella VNL 2023 e hanno confermato la loro supremazia nel Campionato sudamericano disputato in casa vincendo il loro 23° titolo senza perdere nemmeno un set.

Gabi è una stella fondamentale della squadra di Ze Roberto e le sue prestazioni eccezionali le hanno fatto guadagnare un posto nel dream team del torneo. È stata inoltre premiata con i titoli di MVP e di migliore schiacciatrice.

Sarina Nishida (Giappone)

  • Il Giappone si affiderà alla sua capitana per consolidare la posizione di squadra femminile con il maggior numero di partecipazioni ai Giochi Olimpici (13 in totale finora).

Veterana della nazionale insieme a Nagaoka Miyu e Inoue Arisa, Nishida è stata una giocatrice cruciale per la squadra allenata da Manabe Masayoshi durante la recente Volleyball Nations League, dove si è affermata come miglior realizzatrice del Giappone con un impressionante numero di 209 punti messi a terra. La squadra si è classificata al settimo posto, superando anche le Campionesse in carica della Turchia in una delle partite del girone.

Inoltre, la 27enne ha contribuito al successo delle sei volte medagliate Olimpiche aiutandole a conquistare la medaglia di bronzo nel Campionato asiatico AVC.

Brenda Castillo (Repubblica Dominicana)

  • La stella dominicana ha brillato nel recente Campionato nordamericano di pallavolo femminile in Quebec, in Canada, dove si è guadagnata i titoli di MVP, miglior difensore e miglior libero.

Le sue eccezionali difese e ricezioni sono state fondamentali per “Le regine dei Caraibi” nella vittoria in finale per la conquista medaglia d’oro contro gli Stati Uniti d’America, campioni Olimpici in carica. Nella sfida decisiva, la compagna di squadra Brayelin Martinez ha trainato il gruppo con i suoi 20 punti.

Joanna Wolosz (Poland)

  • Probabilmente la giocatrice polacca più importante dell’ultimo decennio, la palleggiatrice sarà senza dubbio la beniamina di casa a Lodz, con la sua squadra impegnata a inseguire la prima qualificazione Olimpica dal 2008.

Un infortunio alla mano ha messo fuori gioco la 33enne per la prima parte della stagione, durante la quale la nazionale biancorossa ha conquistato uno storico bronzo alla VNL 2023.

Nika Daalderop (Paesi Bassi)

  • La 24enne ha avuto un ruolo importante nella conquista della medaglia di bronzo ai recenti Europei 2023 da parte dei Paesi Bassi.

La schiacciatrice olandese, che aveva già ottenuto l’argento continentale nel 2017, si è distinta come capocannoniere della sua squadra con un totale di 110 palloni messi a terra (4,78 per set). Daalderop vuole ora guidare le “Oranje” alla loro quarta partecipazione ai Giochi Olimpici.

Lascia un commento

51  −    =  45