Vai al contenuto
Home » Django serie tv Sky uscita trama cast

Django serie tv Sky uscita trama cast

#Django è la #serietv italiana targata #Skyoriginal

Il genere western sta vivendo un momento particolarmente fortunato e lo dimostra il fatto che una delle serie tv più attese dell’anno è Django, che andrà in onda su Sky dal 17 febbraio. Chiaro omaggio al film cult diretto da Sergio Corbucci che ha lanciato Franco Nero, la serie tv Sky Django è frutto di una cooperazione internazionale che, senza precedenti, ha messo insieme un cast di attori di prim’ordine appartenenti a diverse nazionalità. Matthias SchoenaertsNoomi RapaceLisa Vicari e Nicholas Pinnock sono i protagonisti ma diverse sono le guest star, a cominciare da Franco Nero stesso o Manuel Agnelli.

Girata totalmente in inglese (in Romania), Django ha i primi quattro episodi diretti dalla regista Francesca Comencini che, figlia dell’immenso Luigi, ha già dimostrato di saper tenere le redini di una serie tv con fermezza e maestria dirigendo diversi episodi del cult Gomorra. I restanti episodi portano invece la firma di David Evans ed Enrico Maria Artale.

LA TRAMA DELLA SERIE TV SKY DJANGO

Django, la serie tv targata Sky, è la storia di un uomo che, partito in cerca di vendetta, finirà per lottare per qualcosa di più grande.

Texas, fine 1800. Django raggiunge una città riarsa, sul fondo di un cratere: è New Babylon. Cerca gli uomini che hanno assassinato la sua famiglia, ma scopre che sua figlia Sarah è sopravvissuta e si trova sul posto. Ha ormai vent’anni e si appresta a sposare John Ellis, che di New Babylon è il fondatore, e in più, lei non vuole Django tra i piedi.

Ma Django non è uomo da arrendersi, e non lascerà nulla d’intentato pur di avere un’altra possibilità con sua figlia. In ogni caso i tre – Django, Sarah e John – sono avviluppati in un groviglio di sinistri segreti destinati a venire in superficie.

UN WESTERN ANOMALO E FEMMINISTA

Alla fine del XIX secolo, negli Stati Uniti appena nati e rudi, uno sconosciuto arriva a New Babylon. Situato tra le aride scogliere, l’isolotto è il rifugio di una nuova inedita e abrasiva forma di libertà, dove gli ex schiavi si mescolano con i cittadini, gli emarginati e i depravati, senza alcuna distinzione di colore o origine. La promiscuità del posto non piace di certo ai religiosi più puristi guidati da Lady (Noomi Rapace).

Lo sconosciuto, ribattezzato Django, non è arrivato fin lì per caso: la forte ma vulnerabile Sara (Lisa Vicari), una giovane donna in procinto di sposare John (Nicholas Pinnock), il padrone del luogo, è al centro dei suoi pensieri, tormenti e rimpianti.

Sono queste le premesse della serie tv Sky Django, un racconto con al centro un eroe bello e tragico, corroso dal senso di colpa e mosso dall’ostinazione e dal desiderio di redenzione. “Django è un western contemporaneo, femminista, psicologico che mette in scena i cambiamenti dell’oggi e le preoccupazioni che ne derivano”, ha commentato la regista Francesca Comencini. “Un po’ com’è stato per me negli anni ’70: sognare, divertirsi, e attraverso il divertimento superare ogni paura. Ero  appena una ragazzina quando mi sono immersa nell’oscurità di un cinema e la mia mente ha viaggiato tra le nuvole di fumo delle selvagge praterie nel West”.

“Leone, Corbucci, Morricone – sono cresciuta con quei maestri. I loro film, le loro musiche mi hanno fatto sentire anarchica, ribelle, piena di vita. Molto è successo da allora. Il mondo è cambiato, e mi sono trovata a fare lo stesso lavoro di quei geni il cui nome non oso ripetere”, ha proseguito Francesca Comencini.

“Ho diretto film di finzione, documentari, serie televisive e ho cercato sempre di mettere in scena i sentimenti famigliari per come li vedo: epici, oscuri e intensamente conflittuali. Ho fatto così anche in Gomorra – La serie, e grazie a una composizione delle immagini geometrica, e allo stile di regia, i produttori mi hanno talvolta associato al Western. Così hanno pensato di coinvolgermi in Django: un western all’italiana vitalmente connesso a quella tradizione di irriverenza e di libertà, ma che al tempo stesso non intende, non osa imitarla. È una saga familiare in un’arena western. Una serie che è radicata sulla figura del padre, un padre che ha fallito e che cerca una seconda occasione.

“Tutti i personaggi di questa serie sono alla ricerca di una seconda possibilità in quel che resta della vita, una volta perdute le illusioni. La cercano in una città utopica, che accoglie tutte le differenze. Una città sull’orlo del baratro, ma che resiste. È una città utopica con un’antagonista donna che si erge a paladina dell’ordine patriarcale mostrando una foga che nessun uomo avrebbe. Tutti questi elementi, secondo me, sono molto contemporanei e stanno perfettamente dentro il western”.

I PERSONAGGI PRINCIPALI

Django, la serie tv Sky, utilizza il genere come strumento potente di racconto del presente: diversità, emarginazione, lotta per la libertà, estremismi, sono soltanto alcune delle tematiche – attualissime – presenti nella serie. Il femminile è un altro tema importante: in Django ci sono molte figure di donne, diversissime tra loro, che sfuggono a ogni definizione e rivendicano con forza le loro specificità. Vediamo dunque quali sono i personaggi principali.

  • DJANGO

Julian Wright, detto Django, è un misterioso pistolero, uno sconosciuto con una tragedia alle spalle. Sua moglie (Margaret) e i loro figli sono stati massacrati mentre lui si trovava lontano, a combattere dalla parte sbagliata della Guerra Civile americana.

Non che gli importasse nulla della guerra, ma la paga da soldato era l’unica maniera per sfamare i suoi. Per questo non era con la sua famiglia la notte del massacro.  Molti anni dopo, scopre che Sarah, la figlia che credeva di avere perduto, è viva. Per lui è l’occasione di diventare l’uomo e il padre che non è mai riuscito a essere. E forse anche per scoprire chi ha ammazzato la sua famiglia, e vendicarsene.

  • JOHN ELLIS

Afroamericano, arruolatosi nella Union Army allo scoppio della Guerra Civile è diventato ufficiale incaricato. In guerra ha perso il figlio maggiore e la ex moglie. Eppure, il suo cuore sprizza vitalità e foga. Sulla base dei propri ideali ha fondato una città, New Babylon, che accetta chiunque e offre occasioni di riscatto a tutti.

John ci vive con i suoi figli (Philip, Seymour e Kevin) e con Sarah, che ha adottato da bambina e che è ormai diventata la donna con cui è in procinto di sposarsi. I due si amano, eppure c’è un inconcepibile peccato che lui le ha sempre tenuto nascosto.

  • SARAH

È orfana, o almeno questo è ciò che ha sempre pensato da quando è stata massacrata la sua famiglia. Fa la levatrice ma è anche molto altro: è lei il vero collante che tiene insieme New Babylon.  Da piccola era indissolubilmente legata a suo padre Julian fino al giorno in cui lui partì, senza nemmeno un saluto, e tutta la sua famiglia fu massacrata. Una parte di lei è morta con loro.

A soccorrerla è stato John Ellis, che l’ha tirata su come una figlia. Fino a che, ormai adulta e dopo la morte della precedente moglie di John, non ha iniziato a provare per lui un altro tipo di amore.

  • ELIZABETH

È lei la Signora di Elmdale, la città dei ricchi in cui i bianchi proteggono ancora i propri privilegi. È la sorellastra di John, cresciuta provando per lui sentimenti contrastanti. Da un lato lo vede come frutto della lussuria del padre e causa della follia della madre; dall’altra, è l’unico uomo che abbia mai amato.

Per Elizabeth, John è l’incarnazione del Male e un maestro nel manipolare le persone. Per questo si è data al timore di Dio e ai valori puritani, al punto che ora considera suo dovere ripulire il mondo da John, e da quel nido di peccatori che considera essere New Babylon.

  • SEYMOUR

È il figlio di mezzo di John Ellis e ha circa la stessa età di Sarah, ragion per cui innamorarsi di lei è stato quasi inevitabile. Forse anche lei provava qualcosa per lui, o almeno questo è quel che Seymour ha sempre pensato. E poi è andato tutto storto: è morta sua madre, è morto Andrew, e lui ha dato ogni colpa dell’accaduto a suo padre e ai suoi stolti ideali. Quando Sarah accetta di sposare John, Seymour si sente tradito da entrambi e il suo risentimento verso il padre e la sua “disgraziata città” lo porterà verso il punto di rottura.

  • KEVIN

Non gli è mai davvero importato sapere se Sarah fosse più sua sorella o la moglie di suo padre. Per lui, è semplicemente Sarah. Per questo non sopporta la crudeltà e l’ossessione di Seymour per lei, e a stento si trattiene dall’intervenire, perché potrebbe finire male. Kevin ha un atteggiamento positivo verso la vita, ed è per questo che non è refrattario all’idea di accogliere Django nella comunità di New Babylon.

  • PHILLIP

Ora che Andrew è morto, è Phillip il fratello maggiore, nonché lo sceriffo di New Babylon. Per tutta la vita ha cercato di compiacere suo padre John nella speranza che, prima o poi, questi riconoscesse in lui una persona con i suoi propri sogni e desideri. Ma purtroppo per lui non gli riuscirà mai del tutto di affrancarsi dall’ombra del padre.

  • JESS

Jess è una donna trans, è la prima faccia amica che Django incontra a New Babylon nonché la prima persona in molto tempo a curarsi di lui. Per lei, Django è ben più che solo lo spietato pistolero che vedono tutti gli altri. È anche un’anima in pena, e in cerca di redenzione, il ché glielo fa amare. Eppure, Jess è così solo con Django. Per il resto, non è certo la persona giusta da importunare: responsabile dell’armeria di New Babylon, non ha mai esitato a sfoderare una pistola.

  • ELIJAH

Era il fratello di Margaret e migliore amico di Julian, anzi qualcosa di più. Insieme per mille spedizioni, sempre pronti a coprirsi le spalle a vicenda, là fuori in lande selvagge mentre cercavano di provvedere alle loro famiglie. Dopo che Julian è andato in guerra, Elijah è rimasto lì a difendere tutti. Cercherà di proteggere la sua famiglia a ogni costo.

  • MARGARET

È la precedente moglie di Julian, nonché madre di Sarah e i suoi fratelli. È una donna forte e indipendente che non si è mai arresa dinanzi alle condizioni di vita più dure. Margaret si prende cura dei figli mentre suo marito è in guerra, anche se il suo rapporto con l’unica figlia, Sarah, non è sempre facile. Lei vorrebbe farne una donna brava e civilizzata, un’idea che mal si concilia con l’indomabile natura di Sarah. Margaret soccomberà nel massacro della famiglia di Julian, sopravvivendo solo nella memoria di lui e di Sarah.

  • ADAM

È il solo figlio di Elizabeth. Un ragazzino gentile, non vedente dalla nascita, che compensa con un grande amore per la musica e il suo pianoforte. A prima vista, può sembrare fragile e ingenuo, sempre comandato a bacchetta dalla madre; ma sebbene non sappia nulla del passato di lei, ne intuisce la sofferenza, e risponde con la sua forza silente e ferma. È il suo modo di amarla, e di salvarla.

  • AARON

Nato schiavo, Aaron è stato accolto in famiglia da Elizabeth che ne voleva fare “gli occhi” di Adam, del quale diventa il solo amico, un autentico fratello. Ma per quanto gli piacerebbe vivere una vita tranquilla, il fato ha altri piani in serbo per lui.

  • OSCAR

È il proprietario di una compagna di estrazione a Nagadoches che a suo dire frutterà milioni. In un battibaleno si rende conto che John porta con sé solo guai. E difatti i cowboy di Elizabeth attaccano il suo ranch, costringendolo a vendere l’impianto a John.

  • CAPT. PARISI

Capt. Parisi lotta per i Confederati nella Guerra Civile. È convinto che sia ora di difendere il loro territorio e le famiglie, ma nel profondo vorrebbe stare con sua moglie Ruth e i loro figli. Diventerà un caro amico di Julian, ma sfortunatamente, perdendo la vita a Chambersburg, non rivedrà più la sua famiglia. Sarà Julian a prendere la sua collana e portarla ai congiunti.

  • ROSARIO

Rosario è l’unico complice dalla gang di Leonard “The Giant” Bolton a sopravvivere al massacro; lo si ritrova nell’azione presente, quando Elizabeth assolda la gang per rapire Sarah. Di origini siciliane, Rosario è il più caro amico di Leonard, come un fratello, sebbene Leonard non gli abbia mai rivelato un terribile segreto. La verità finirà per fare capolino, e per distruggere la loro amicizia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1  +  5  =